DOP Grottino di Roccanova

DOP Grottino di Roccanova

La qualità del nostro prodotto e il legame con il territorio è rafforzato dall’ottenimento del riconoscimento del DOP “Grottino di Roccanova”. 

La zona di produzione comprende i territori di Roccanova, Castronuovo di Sant’Andrea e Sant’Arcangelo, in provincia di Potenza.

Grottino di Roccanova

La zona di produzione

Roccanova è un piccolo comune di circa 1600 abitanti situato nella provincia di Potenza, ad una quota di 648 metri sul livello del mare. Il suo territorio comprende molte zone boschive, seminativi e superfici coltivate a vigneti ed ha una estensione di 61,63 km². I vigneti sono situati nella valle, dai quali si ottiene la produzione di uve impiegate nella trasformazione del vino “Grottino di Roccanova”, che ha ottenuto nel 2000 il marchio IGT (indicazione geografica tipica) e nel 2009 la DOC (Denominazione di origine Controllata).

La conservazione dei vini avviene all’interno di grotte-cantine, cioè veri e propri cunicoli scavati nella roccia delle “tempe arenarie”, dove i livelli costanti di temperatura e umidità mantengono inalterate nel tempo le caratteristiche del vino. Le grotte (circa 350) si trovano alla periferia dell’abitato di Roccanova (nelle contrade Prato, Piscicolo, Manca, Carazita, Mannara) e sono ben visibili a chi proviene da Sant’Arcangelo. Alcune di esse risalgono al 1700[3]. Si ipotizza che il nome stesso del vino derivi dai caratteristici luoghi in cui è stato da sempre conservato[4].

Il comune di Roccanova conta circa 260 aziende vitivinicole, per lo più a conduzione familiare, con una produzione di circa 15.000 quintali di uva. Dunque si ottengono, con una resa compresa tra il 65-70%, circa 10.000 ettolitri di vino[5].

Secondo uno studio del 2012, le rese si aggirano intorno alle 8 tonnellate ad ettaro[6].

Il Grottino è commercializzato principalmente sul mercato locale e regionale (95% delle vendite) mediante la vendita al dettaglio direttamente in azienda, la distribuzione organizzata e la ristorazione collettiva. Il restante 5% è collocato sul mercato nazionale e su quello estero (Irlanda, Belgio, Austria). I mercati locali richiedono soprattutto vino sfuso della tipologia “Rosso”, mentre i mercati italiani ed esteri richiedono i vini imbottigliati “Rosso Riserva”.

https://it.wikipedia.org/wiki/Grottino_di_Roccanova

en_GBEnglish